top of page
soldi

Bilancio, Patrimonio 
Tributi e Commercio

L'attenta ed oculata attività di gestione e valutazione delle risorse comunali, di concerto con la Ragioneria e con tutti gli uffici, unita alle risorse derivate dai numerosissimi bandi a cui abbiamo partecipato, ha consentito di realizzare tutto quanto descritto negli altri settori.

 

BILANCIO, PATRIMONIO, TRIBUTI

  • Valutazione delle risorse sia per anno corrente che previsionali. Controlli sui principali capitoli di spesa valutando con attenzione il rapporto costi/benefici. A dimostrazione di ciò, vi è stato un limitato utilizzo delle variazioni di bilancio, destinate ad aggiornare i singoli capitoli di spesa  (unica eccezione per la modifica del costo dei consumi gas/energia elettrica a seguito aumenti eccezionali a livello internazionale e della materia prima);

  • Necessità inderogabile di adeguare le imposte locali (pur rimanendo entro limiti inferiori ai comuni limitrofi) a causa di aumenti dovuti alla pandemia/ alla guerra finanche un incremento del capitolo servizi sociali e dei costi di alcuni servizi, tutte cause impensabili ed imprevedibili al momento della predisposizione del programma. 

    •  l'adeguamento apportato si è reso imprescindibile per il conseguimento di un conveniente rapporto di proporzionalità funzionale atta ad assorbire la mutazione dei capitoli di spesa a seguito di avvenimenti impensabili ed inimmaginabili, al momento della stesura del programma elettorale, sia nelle proporzioni che nella durata. Pandemia, guerre ed inflazione hanno reso indispensabile un, seppur minimo, ritocco delle Entrate per sopperire alle necessità correnti e alle manutenzioni dei beni pubblici (immobili, strade eccetera) per anni sempre e solo promesse e procrastinate (per il mantenimento da parte degli “amministratori” del proprio status e non per il bene dei propri concittadini).

 

​            Sul punto, ecco due tabelle esplicative: 

In particolare per quanto riguarda l'addizionale comunale occorre sottolineare l'aumento della fascia di esenzione da 7500,00 euro a 12.000,00 euro con risparmio annuali per le fasce deboli da 45,00 euro a 72,00 euro a fronte di incrementi massimi annuali per i percettori di redditi oltre i 75.000,00 pari a 45,00 euro annui

Inoltre, si fa presente che, l'aliquota unica utilizzata per il calcolo dell'addizionale, è una metodologia che viene applicata nel 70% dei comuni italiani (5.652 su 7.904)

 

L'IMU invece, dopo più di un decennio, è stata incrementata di circa il 4% per i proprietari di immobili percettori di proventi da locazione e per i proprietari di capannoni di media e/o grandi dimensioni.

Da ultimo un cenno sulla Tari che è rimasta invariata nel suo valore impositivo ad eccezione degli aumenti contrattualmente e legislativamente obbligatori e per la quale nel periodo covid si è intervenuti con riduzioni consistenti a favore delle attività di impresa.

Per tale imposta alcuni incrementi e/o costi sopravvenuti una tantum, sono stati assorbiti dai capitoli di spesa correnti senza alcun aumemento sia nei confronti dei cittadini che delle imprese.

  • Verifica puntuale dei crediti fiscali vantati ed implementate le procedure per il recupero degli stessi. Riduzione dei tempi di verifica delle posizioni aperte dei contribuenti;

  • Partecipazione a numerosissimi bandi recuperando risorse per oltre 1.400.000 euro che hanno consentito realizzazione di opere senza utilizzare fondi propri del Comune (nella descrizione di quanto realizzato in ogni settore, gli importi finanziati con bandi, finanziamenti, contributi ecc sono segnalati in colore rosso)

Precisiamo che ai bandi indicati nella tabella, che riguardano solo il settore tecnico-manutentivo, si aggiunge il 35° bando, per la Digitalizzazione, per un valore di circa 400.000 €.

COMMERCIO 

  • Ascoltate le attività commerciali coinvolgendole nella riqualificazione di Via Indipendenza per verificarne le criticità; Da ciò si è mantenuto un congruo numero di parcheggi e sviluppato passaggio in sicurezza su entrambi i lati. Realizzato passaggio pedonale rialzato richiesto sia dai commercianti che dai residenti per limitare l'innesto della via a velocità elevata;

  • Organizzazione feste ed eventi anche in collaborazione con i commercianti e/o le attività produttive cittadine. Si è aderito all'iniziativa del Distretto del commercio che ha visto come capofila il Comune di Solbiate Olona: tale adesione ha consentito di poter ottenere un finanziamento di euro 7500,00 utilizzato per la riqualificazione di Via Indipendenza ed un contributo per il progetto relativo agli eventi del Natale 2022; 

 

  • Realizzazione spazio Pololavoro – Informa giovani: locali completamente rinnovati a disposizione per sala riunioni,  eventi, possibilità di coworking e luogo di incontro domanda-offerta di lavoro a disposizione di imprenditori e lavoratori. ​

 

  • Organizzazione di Eventi a tema tributario e di associazione commerciale gratuiti per imprenditori e commercianti.

bottom of page