top of page

!QUI PER ESSERCI AI TEMPI DEL CORONAVIRUS! - La settimana in breve



Cari cittadini, con l’intento di tenervi aggiornati costantemente circa la situazione di grossa emergenza che stiamo vivendo, abbiamo deciso di rendere fisso questo piccolo angolo della domenica sera in cui riassumere brevemente quanto successo nella settimana appena trascorsa.

Se fino a settimana scorsa potevamo dire di essere uno dei pochi paesi senza contagiati al suo interno a distanza di 7 giorni la situazione è cambiata. I contagi ad oggi sono 8 ed abbiamo avuto un rientro a casa di un concittadino che è stato dimesso. E questa è una bella notizia di speranza per gli ammalati. Ora più che mai è necessario l’impegno di tutti per fare in modo che questo periodo di sofferenza si concluda nel minor tempo possibile.

⚠️Questa prima settimana ha visto impegnati a pieno regime l'Unità di Crisi, la Protezione Civile e la Polizia Locale. 👉I contatti con le persone in quarantena (malati e non) sono costanti e frequenti. 👉Le famiglie coinvolte sono accompagnate nel loro percorso su più fronti con l’intento di Esserci, anche da lontano.

E dunque… come è possibile essere vicini anche da lontano?

1️⃣ Educazione sanitaria: la rete è formata da medico di base, familiari ed istituzioni. I servizi sia di consegna farmaci a domicilio sia di supporto sanitario domiciliare in questi casi sono rafforzati e pongono al centro il malato e i suoi bisogni di salute a 360gradi.

2️⃣ Supporto nella gestione di spazi e ambienti: i familiari vengono istruiti sulla suddivisione degli spazi all’interno di casa con l’obiettivo di limitare i contatti all’indispensabile. In una casa ovviamente non tutti gli spazi sono divisibili: per questo motivo sono state fornite delle mascherine, consegnate dalla Polizia Locale, per proteggere i componenti della famiglia coinvolti. Si è creato anche un piccolo prontuario per la raccolta differenziata, argomento non di poca rilevanza.

3️⃣ Supporto nella gestione degli aspetti pratici: la protezione civile dedica dei momenti della sua attività al supporto delle famiglie coinvolte. Ad esempio, per i cittadini ricoverati con le famiglie in quarantena viene effettuato servizio di ritiro e consegna della biancheria sporca/pulita da e per l’ospedale.

Inoltre, cogliamo l'occasione per ringraziare in modo particolare la Protezione Civile che con pazienza e dedizione ha collaborato al rientro del paziente dimesso.


Un ultimo punto riguarda sia Noi, come amministrazione comunale sia tutti voi Concittadini: Rispettare le regole, Attenersi alle informazioni istituzionali e una buona dose di Ottimismo sono gli ingredienti fondamentali per la buona riuscita di questo progetto.

A settimana prossima, il Gruppo Qui Per Esserci

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page